Home Cilento Poche risorse per Velia, lettera aperta del senatore Franco Castiello

Poche risorse per Velia, lettera aperta del senatore Franco Castiello

2
0
Annuncio Pubblicitario

Sulla valorizzazione del Parco archeologico di Elea-Velia interviene il neo-senatore pentastellato Franco Castiello, che ha inviato una lettera aperta al sindaco di Ascea, Pietro D’Angiolillo, in cui espone delle proposte per lo sviluppo del sito archeologico, fra i più importanti al mondo, e si dice premuroso e disponibile verso le risorse culturali del Cilento, in particolare Velia. Ciò anche alla luce della volontà del Movimento 5 Stelle di spingere alla ratifica della Convenzione di Faro sul valore dell’eredità culturale per le comunità che a dire il vero riscontra consenso ampio e trasversale. Il Senatore propone il rafforzamento del Protocollo d’Intesa per la manutenzione e la promozione dell’area archeologica di Velia nonché per la valorizzazione integrata delle risorse territoriali, sostenuto dal 2016 dall’Amministrazione D’Angiolillo;
la creazione di una Fondazione di partecipazione, un’organizzazione in cui il Comune di Ascea sia parte integrante con il ruolo che gli spetta ma che, nello stesso tempo, non lasci al solo Comune tutto il peso di un patrimonio comune; la Realizzazione del MAEV, il Museo Archeologico di Elea-Velia. Non si fa attendere la risposta del destinatario, il sindaco D’Angiolillo, che sulla pagina facebook di Castiello, scrive: “Caro Franco, grazie per la tua sensibilità e per l’impegno e competenza che metti nelle cose che fai. Sono d’accordo con te, ma penso che la prima battaglia da affrontare è di “legare” Velia – Paestum con una gestione autonoma e coordinata, sottraendola al Polo Museale di Napoli, che col nostro territorio non ha alcun legame. Deve essere una battaglia culturale e trasversale