Home Cilento Mazzette in Tribunale, l’ufficiale giudiziario si avvale della facoltà di non rispondere

Mazzette in Tribunale, l’ufficiale giudiziario si avvale della facoltà di non rispondere

1
0
Annuncio Pubblicitario

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Carmine Testiera, l’ufficiale giudiziario in servizio di Ascea in servizio presso il Tribunale di Vallo della Lucania, arrestato una settimana fa dai carabinieri con l’accusato di concussione, corruzione e falsità ideologica. Ieri mattina presso il carcere di Fuorni a Salerno dove è stato trasferito dopo aver trascorso alcuni giorni nel carcere di Vallo si è svolto l’interrogatorio dinanzi al G.I.P. dottoressa Pacifico. Testiera ha preferito non rispondere alle domande del giudice. I suoi legali, Mario Valiante del Foro di Salerno e Francesco Annunziata del Foro di Napoli Nord, hanno chiesto gli atti giudiziari alla Procura di Vallo della Lucania e sono pronti a rivolgersi al Tribunale del Riesame. Intanto il il Tribunale di Vallo della Lucania lo ha sospeso dalle sue funzioni di ufficiale giudiziario e non è escluso il licenziamento.