Home Cilento Malore durante partita di calcetto, morto Gino Paesano

Malore durante partita di calcetto, morto Gino Paesano

1
0
Annuncio Pubblicitario

Gino Paesano, 49 anni compiuti lo scorso agosto. é morto, per infarto, mentre giocava allo stadio Pixous di Policastro il match di campionato amatori con la squadra dello Sporting Vibonati. La tragedia, ieri sera intorno alle 21:30. Al decimo minuto della sfida valida tra la compagine di casa del Pixous e lo Sporting, con quest’ultima avanti per 1-0, Paesano si è accasciato improvvisamente al suolo, da solo. Subito soccorso dai compagni e dai componenti dell’altra squadra (in campo giocavano anche alcuni medici) e da personale del 118, per lui non c’è stato nulla da fare. Il suo corpo si trova attualmente nella morgue dell’ospedale di Sapri.
Paesano fu il centravanti di una grande Ebolitana che a metà degli anni ‘90 conquistò la promozione dall’Eccellenza alla serie D anche grazie ai suoi gol da bomber di razza. E militò anche tra i professionisti nella Paganese.
Una famiglia con il calcio nel sangue. Suo padre, Vincenzo, è stato un goleador del Sapri negli anni ‘60 oltre ad esserne il presidente per molte stagioni negli anni ‘80. Una tragedia nella tragedia. Il fratello di Gino, Aldo, morì d’infarto fulminante a soli 47 anni mentre si trovava a letto a casa sua, a Torraca, nella notte tra l’11 ed il 12 agosto del 2013. A quest’ultimo, fu dedicato il club della Salernitana di Torraca, inaugurato nel settembre del 2015. Anche Aldo si era fatto valere sui campi di calcio nella Ternana e Pistoiese, con esordio a 17 anni in C)
Sempre simpatico, disponibile e sorridente. Grande tifoso della Juventus, Gino Paesano lavorava come infermiere nella struttura sanitaria RSA “Rosa Lia” di Torraca.
Choc ed incredulità a Sapri ed in tutto il Golfo di Policastro per la drammatica ed improvvisa morte di Paesano, che lascia l’anziana madre ed una sorella più piccola, insegnante in una scuola del bergamasco.
In meno di un mese la città della Spigolatrice sconvolta da due morti improvvise. La sera dello scorso 2 ottobre, sempre per infarto fulminante, era morto il 61enne ristoratore, e tifoso juventino, Aldo Fierro. A quest’ultimo domenica 14 ottobre fu intitolato il neonato club di tifosi bianconeri che si trova nel centro di Sapri