14 C
Vallo della Lucania
sabato 16 Febbraio 2019
SET TV – VALLO DELLA LUCANIA
Cilento News Politica

Chiesta seconda Asl, in prima linea i presidenti degli enti montani

RICHIESTA ISTITUZIONE SECONDA ASL.

L’ annuncio di Simone Valiante .

Una scelta giusta che difende il territorio e rende onore alla memoria ed alle battaglie di mio padre. E’ bene che si pronunci la Comunità del Parco quanto prima in attesa di auspicabili segnali dalla Regione. Avanti così!

Un importante documento è stato sottoscritto dai Presidenti delle Comunità Montane Bussento – Lambro e Mingardo, Gelbison e Cervati, Alento – Montestella, Calore Salernitano, Vallo di Diano, Tanagro – Alto e Medio Sele e Alburni con il quale i proponenti chiedono al Presidente della Regione Campania, alla Giunta e al Consiglio Regionale di istituire una seconda Azienda Sanitaria Locale in Provincia di Salerno che comprenda tutti i comuni che fanno parte del Parco Nazionale.

Secondo i massimi rappresentanti delle Comunità Montane, la soppressione dell’Azienda Sanitaria Locale Sa/3 ha lentamente indebolito il tessuto dell’offerta sanitaria nell’aree a Sud della Provincia di Salerno, che in gran parte coincidono con quelle interne della Provincia. Inoltre tale indebolimento ha contribuito all’eliminazione di molti servizi essenziali, in zone caratterizzate da una forte depressione economica e demografica.

È intenzione inoltre dei Presidenti delle Comunità Montane chiedere la convocazione di un’Assemblea dei Sindaci del Parco per discutere dell’argomento alla presenza dei Consiglieri Regionali ai quali verrà chiesto di promuovere una legge che preveda l’istituzione di una nuova ASL.

“A dieci anni dalla soppressione dell’ASL SA/3 riteniamo che molti problemi della sanità pubblica siano legati a quella scelta – ha dichiarato il Presidente della Comunità Montana Bussento – Lambro e Mingardo Vincenzo Speranza – Una scelta negativa per le caratteristiche del nostro territorio”.

Dello stesso avviso il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta: “Ci siamo resi conto che la soppressione dell’Asl – Sa3 non ha portato alcun beneficio per i nostri territori – ha dichiarato – anzi, siamo condizionati dalle scelte dei grandi centri”.

Related posts

“Basta fame, provincia datti da fare”

SET TV

Incidente stradale sulla Cilentana, due auto distrutte e diversi feriti

SET TV

Goletta verde riparte: 10 tappe nelle aree marine protette

SET TV
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: