26.1 C
Vallo della Lucania
lunedì 17 Giugno 2019
Cilento Cronaca News

Lupo in piazza? Schiocchezze! L’esperto Fulgione: solo un comune cane

In merito alla notizia lanciata da Denuncia.it a seguito di un video realizzato nella piazza di Felitto il professore Domenico Fulgione dell’Università Federico II di Napoli tiene a precisare:

Accade nel Parco del Cilento, ma probabilmente anche in altre realtà italiane. Che poveri lupi siano filmati hash-taggati, istagrammati in pose cucciolose e mansuete mentre si lasciano accarezzare. Lupi filmati mentre attraversano tranquilli i centri abitati e “fanno un giro in piazza”. In altri casi sono descritti come feroci orde assassine che assediano paesini in cui la gente non esce di casa per paura di essere sbranata. A questo punto chiunque sia dotato di regione matura un minimo dubbio: delle due l’una.
E’ vero, la popolazione di questo straordinario predatore naturale, è aumentata in Italia uscendo dal pericoloso rischio di estinzione in qualche decina di anni (un plauso alle strategie di conservazione attuate nel nostro paese). E’ vero anche che si tratta di un animale selvatico e non è sicuro avvicinarsi o giocarci, tantomeno tentare si sparagli.
Ma perchè fioriscono queste fiabesche narrazioni? Perchè un comune cane (di solito un lupo cecoslovacco) innesca articoli di giornali allarmistici che vanificano tutte le politiche di conservazione, convivenza e conoscenza della natura attuate dagli enti territoriali? C’è così poco da raccontare per alcuni giornali locali? Esiste una tale povertà di idee per tanti giovani penne che e sognano le grandi testate? Oppure si insegue l’appeal della gente attraverso un populismo giornalistico? Certo fa tristezza, abbiamo sempre immaginato i giornalisti intrepidi a cercare l’ultima notizia e impegnati a verificare le fonti, abbiamo sempre sperato che anche il trafiletto di un giornale locale servisse a spiegarci qualcosa o trasportarci in realtà lontane. Ma forse chiediamo troppo, oggi si deve fare prima di tutto rumore sui social, il resto richiede tempo, ragionamento, cultura.
Sono sempre stato convinto che molte emergenze ecologiche nascondessero miserabili emergenze sociali, lo è stato per i cinghiali e ora è il turno del lupo. Probabilmente se non crescerà in noi, e le future generazioni, una sana e robusta coscienza ambientalistica, con una sana cultura verso la natura, vedremo sempre l’orco fuori la porta.

Related posts

Pontecagnano – Furto al Centro Commerciale MAXIMALL. Arrestati due Stranieri

SET TV

Guardia di Finanza : confiscati agli eredi di Cirillo Giuseppe Senior beni e disponibilità finaniarie per un valore di circa 4 milioni di euro

SET TV

Nasce a Castellabate la Biblioteca del Calcio

SET TV
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: